La ripresa - STELLA HOMES
 

Ripartenza e fine dei lavori: il recupero delle 23 case rimaste

DSCN2132.JPG
Tutte le foto relative al periodo 2008 - 2009 si possono vedere cliccando qui 

Nel 2008 il conflitto civile si sposta più a Nord rispetto a Thirukkovil, e il sito diventa nuovamente accessibile.

In Giugno - tramite Jimmy - la famiglia Stella entra in contatto con Surendra Wijerathne che - dopo una prima visita alle case - effettua un preventivo troppo alto perchè si possa pensare di riprendere i lavori.

Sollecitato a una revisione delle spese proposte, in Luglio formula una nuova offerta - questa volta considerata accettabile.

Nell'Agosto di quell'anno la famiglia, animata dal desiderio di vedere realizzato l'originario sogno del capofamiglia, effettua una nuova ricognizione alle case per avere un'immagine più chiara dello stato delle medesime.
Lo spettacolo è sicuramente poco incoraggiante: 7 case sono andate completamente distrutte, mnetre le restanti 23 sono gravemente danneggiate.
La schiera di abitazioni ordinate con i tetti rossi e gli infissi di pregio sembra essere stata sostituita da un insieme irregolare di scheletri di mattoni e macerie.
Tuttavia proprio quegli scheletri costituiscono la base dalla quale ripartire.

A metà Agosto, alla presenza di un notaio e alcuni testimoni (grazie Jimmy e Ale) a Colombo, viene firmato un contratto con Surendra Wijerathne per la ripresa dei lavori.

L'accordo prevede che si procederà alla ricostruzione di 23 case su 30, a un prezzo minimo di 8 milioni di rupie cingalesi (35.000 €) contro i 15 milioni del primo preventivo.
Per contenere i costi - le somme donate per questo progetto al termine dei 4 anni ammonteranno a circa 150.000 Euro - si decide di tagliare spese non necessarie come la pavimentazione delle strade del villaggio e la ricostruzione delle 6 abitazioni andate distrutte.

Negli stessi giorni viene anche fatta visita al Governatore distrettuale, che offre garanzie circa la futura registrazione ufficiale del nuovo villaggio nei registri edili distrettuali.

Nel Settembre 2008, finalmente, si ricomincia.
DSCN2145.JPG
I lavori, che inizialmente dovevano finire per la fine dell'anno, subiscono diversi ritardi e procedono a rilento.
I materiali vengono fatti arrivare da Colombo, ma un pò per le condizioni delle strade, un pò per le complicate tempistiche locali, tardano a giungere a destinazione.

In ogni caso, il team di operai procede nella ricostruzione, mentre il loro capo Surendra comincia ad occuparsi degli aspetti amministrativi del progetto: registrazione delle case in comune, riconoscimento formale dell'esistenza del villaggio, allacciamento del sito alla rete elettrica etc.